RYDER CUP 2022, C’È LA DATA:
SI GIOCHERÀ A ROMA DAL 30 SETTEMBRE AL 2 OTTOBRE

 

Ufficializzate le date della sfida Europa-Usa che si disputerà al Marco Simone Golf & Country Club
I lavori del percorso di gara procedono al meglio: prime 9 buche in fase di completamento, ora tocca alle altre

 

 

A grandi passi verso il sogno di Roma 2022. Il countdown è partito, la 44esima edizione della Ryder Cup, il terzo evento sportivo più importante al mondo dopo Olimpiadi e mondiali di calcio, andrà in scena al Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio (Roma) dal 30 settembre al 2 ottobre 2022, preceduta dai tre giorni di avvicinamento ai match (martedì 27 settembre, mercoledì 28 settembre e giovedì 29 settembre).
Sarà la prima edizione in Italia dopo quelle in Inghilterra, Scozia, Spagna, Irlanda, Galles e Francia.
L’ufficializzazione delle date della Ryder Cup 2022 è arrivata dal board della Ryder Cup Europe nel giorno in cui s’è aperta la settimana del 76° Open d’Italia (10-13 ottobre all’Olgiata Golf Club di Roma) che vedrà in gara sei dei dodici protagonisti dell’euro-trionfo a Parigi 2018: Francesco Molinari, Paul Casey, Tyrrell Hatton, Alex Noren, Ian Poulter e Justin Rose. Non solo, anche Thomas Bjorn e Padraig Harrington, rispettivamente capitani del Team Europe alla Ryder Cup 2018 di Parigi e a quella del 2020 nel Wisconsin, saranno nel field del quinto evento stagionale delle Rolex Series European Tour.

Hole 10_2022 Ryder Cup course

Intanto il Marco Simone Golf & Country Club, circolo alle porte di Roma, è oggetto di un ampio rinnovamento in vista del grande appuntamento del 2022. I lavori procedono nel migliore dei modi e le immagini (ad integrazione del testo) relative a una panoramica aerea delle buche 10, 11 e 16 – che rientrano nelle nove già modellate dal settembre 2018 e sono ora nella fase di completamento – offrono un’anteprima di come parte del percorso di gara apparirà quando saranno in azione i top player. La seconda fase si aprirà proprio nel corso di questa settimana e interesserà le restanti nove buche, che verranno ultimate entro maggio 2020 per permettere la semina durante l’estate. Parallelamente la Club House e il campo pratica saranno completamente rinnovate per permettere al Marco Simone Golf & Country Club di ospitare il 78° Open d’Italia nell’autunno 2021.

L’European Golf Design ha la responsabilità del progetto di restyling per la realizzazione di un percorso di gioco di livello mondiale creato appositamente affinchè tutti gli spettatori possano assistere alla Ryder Cup 2022 attraverso il maggior numero di punti di osservazione naturale.

Hole 16_2022 Ryder Cup course

Guy Kinnings, Direttore della Ryder Cup Europe: “I successi di Francesco Molinari, tra Ryder Cup 2018, Open Championship e Race to Dubai, hanno dato un grande slancio alla crescita del golf nel Paese. L’interesse verso questo sport è in continua espansione e l’ufficializzazione delle date della sfida Europa-Usa rappresenta una nuova tappa significativa nel viaggio verso la prima Ryder Cup in Italia”.

Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022: “Il nostro impegno per il Progetto Ryder Cup 2022 non è solo quello di ospitare un evento sportivo iconico, ma anche di lasciare una legacy al Paese. Con l’avanzamento dei lavori al Marco Simone il percorso di gara diventerà una meta di pellegrinaggio sportivo che continuerà a richiamare tanti golfisti per molti anni e contribuirà a incrementare l’indotto economico generato dal turismo golfistico. Siamo ambiziosi. Le immagini del campo di gioco offrono a tutti gli appassionati nel mondo un assaggio dello spettacolo che li aspetta nel settembre 2022. L’ufficializzazione delle date rappresenta un altro importante passo nel nostro viaggio verso la prima Ryder Cup italiana. Dobbiamo ancora una volta ringraziare il presidente Franco Chimenti, che ha avuto l’intuito e il coraggio di vincere questa affascinante sfida per il Paese”.

Lavinia Biagiotti, Presidente Marco Simone Golf & Country Club: “Il Marco Simone Golf & Country Club, sede della Ryder Cup 2022, è la più eccitante e avanguardistica interpretazione contemporanea dell’architettura golfistica. Le ondulazioni del terreno, i corsi d’acqua, l’antico e nobile castello sono gli elementi caratterizzanti di questo nuovo esclusivo percorso, armoniosamente inserito nel suo ambiente naturale. Dall’esperienza di grandi professionisti statunitensi ed anglosassoni quali Tom Fazio II e European Golf Design prendono forma le 18 buche Ryder Cup. Il Marco Simone è una continua e affascinante successione di immagini per giocatori e spettatori: grandi anfiteatri naturali, immersi nel paesaggio romano, rappresentano la nuova dimensione per un golf spettacolare”.

Hole 16(castle)_2022 Ryder Cup course

Progetto Ryder Cup 2022

Grazie alle iniziative messe in atto dalla Federazione Italiana Golf come “Golf a Scuola”, “Golf è donna” e “Golf4autism”, il Progetto Ryder Cup 2022 ha evidenziato il carattere inclusivo di questo sport. Con gli eventi della ‘Road to Rome 2022’ la Ryder Cup italiana sta allargando i suoi orizzonti. Nel 2018, le tappe di Napoli (Castel dell’Ovo) e Milano (dove più di 2.500 persone a Palazzo Lombardia hanno provato il golf grazie a un putting green posizionato al 39° piano) hanno portato il green nelle cuore delle città. A pochi giorni dall’Open d’Italia nello splendido contesto di Piazza di Siena in Villa Borghese, è andato in scena “Golf in Piazza”, terzo evento stagionale della Road to Rome 2022 che ha trasformato uno dei luoghi più affascinanti di Roma in un campo da golf. Una giornata aperta a tutti, dove grandi e piccini hanno potuto provare gratuitamente l’emozione del primo swing. Il cammino di avvicinamento all’Open d’Italia vivrà un’altra tappa importante il 9 ottobre all’Olgiata Golf Club con la “The 3rd Junior Road to The 2022 Ryder Cup”, la sfida fra i giovani talenti del team Italia e del team Lazio.